martedì 17 ottobre 2017

Archivio della categoria: Mosse da non perdere

La grande sete dell’India

I corsi d’acqua  nel Nord dell’India diminuiscono al ritmo di 30 cm circa all’anno a causa del sovrasfruttamento per irrigazione e per altre attività umane legate allo sviluppo economico. Il fatto – L’India è assetata. Il Paese è diventato  teatro di una gravissima crisi idrica ed energetica che è stata definita come una delle peggiori siccità della sua storia recente. ... Continua a leggere »

Il Nepal, oggi

La necessità di aiuti umanitari, il dramma della tratta di esseri umani, la povertà nelle città. Lontano brilla uno spiraglio di luce. Il ricordo presente della tragedia ‒ La parola distruzione è riduttiva. Non basta per descrivere quel maledetto 25 aprile 2015. E’ passato un lungo anno, ma il Nepal, devastato da una terribile scossa di magnitudo 7.8, non riesce ancora a ... Continua a leggere »

L’Ucraina che soffre

Le violenze, la crisi economica, i continui conflitti. Papa Francesco, a gran voce, squarcia il silenzio sulla grave situazione in Ucraina La crisi nel mondo – «Stiamo vivendo una terza guerra mondiale, ma a pezzi». Queste sono le parole che continua a ripetere Papa Francesco. Sono parole forti, dette senza mezzi termini. Eppure descrivono alla perfezione una situazione drammatica che ... Continua a leggere »

I predatori dei mari: allerta al largo della Somalia

Negli ultimi due anni, grazie agli interventi della NATO e dell’Unione Europea, la pirateria ha subito un calo drastico. Ma questa tranquillità sarà da sottovalutare? La pirateria trae le sue origini nell’antichità, con sistemi di assalti in mare al fine di depredare navi mercantili, per poi rivendere la merce nel mercato nero e prendere in ostaggio i marinai in cambio ... Continua a leggere »

I bambini svaniti nel nulla

Unicef ed Europol lanciano l’allarme: sono almeno 10.000 i bambini rifugiati non accompagnati scomparsi dopo il loro arrivo in Europa. Il fatto – In questi ultimi anni si è assistito a un forte aumento dell’immigrazione. Nel nostro Paese, secondo gli ultimi dati di Eurostat, gli stranieri residenti sono 4.922.085, pari all’8,1% della popolazione. Ma dove si dirigono questi ultimi una ... Continua a leggere »

Taiwan, le sfide della prima presidente donna

La vittoria di Tsai Ing-wen introdurrà nuove incertezze nella complicata relazione tra Taiwan e la Cina guidata da Xi Jinping Con il 56,9% dei voti, Tsai Ing-wen è la prima donna a essere eletta alla presidenza dell’isola di Taiwan. Secondo la commissione elettorale, la candidata del Partito Democratico Progressista (PDP) ha ottenuto il 56,12 % delle preferenze contro il 31,04% ... Continua a leggere »

ONU: WIBISONO SI DIMETTE

Il Relatore Speciale dell’ONU per i diritti umani in Palestina si dimette: cosa l’ha spinto a questa decisione? Makarim Wibisono ha annunciato poche settimane fa le sue dimissioni, a meno di due anni dalla sua nomina. La motivazione, comunicata dallo stesso Relatore, pare essere stata l’impossibilità di svolgere il proprio mandato, dato che Israele gli aveva più volte negato l’accesso ... Continua a leggere »

Condannati a perdere la libertà

Quando la morte e la legge si incontrano, dove finisce l’umano? La storia ci insegna che nel passato le condanne a morte erano pratica frequente: i colpevoli di omicidio, stupro e alto tradimento venivano condannati alla pena capitale a causa delle loro azioni. Ad oggi, la maggior parte dei Paesi del mondo rifiuta questa forma di punizione. Il diritto alla ... Continua a leggere »

Dublino III: contraddizioni e false promesse

Una convenzione internazionale sull’emergenza immigrazione, ecco le norme che controllano gli spostamenti dei migranti La straordinaria ondata migratoria degli ultimi mesi ha dato il via a serrati dibattiti sull’opportunità o meno di sospendere il Regolamento comunitario, noto con il nome di Dublino III, approvato il 26 giugno 2013 ed entrato in vigore il 1° gennaio 2014. Al suo interno sono ... Continua a leggere »

Tutti gli occhi sul VIETNAM: perché?

La nuova tigre asiatica su cui puntano gli Stati Uniti Il 2015 rappresenta un anno importante per il Vietnam: è l’ultimo anno del ciclo di pianificazione quinquennale. Gli obiettivi fissati nel 2011 devono essere portati a termine, il prossimo piano di sviluppo accuratamente studiato. Tuttavia, gli osservatori internazionali rilevano che vi sono tutti gli ingredienti per un vero e proprio ... Continua a leggere »